La nuova Agenzia vuole dare nuova energia alla riflessione sui temi dello sviluppo internazionale, diventare la piattaforma operativa del sistema italiano della cooperazione, rafforzarlo e renderlo protagonista nella lotta alla povertà, la promozione della pace, dei diritti e dello sviluppo sostenibile. Questo sito, sempre in evoluzione, sarà la nostra finestra. Buona navigazione!

Il nostro futuro nel mondo

Un tour nelle università italiane per raccontare come funziona la cooperazione internazionale e spiegare le opportunità professionali, ma anche raccogliere proposte e suggerimenti. E' l'iniziativa che vede i vertici del sistema della Cooperazione italiana direttamente coinvolti nel dialogo coi giovani, nell'ambito del progetto "Il nostro futuro nel mondo". Si parte dal sud. Il 4 aprile si è svolto a Catania il secondo appuntamento.

bando OSC 2017 – Infoday

Lunedi 10 aprile si è svolto a Roma un Infoday per la presentazione delle proposte per il nuovo bando dedicato alle iniziative nei Paesi partner delle Organizzazioni della Società Civile e le relative procedure di gestione. Nell’ambito dell'incontro, che ha visto oltre 120 partecipanti, le OSC hanno fornito i propri contributi sulle proposte dell’Agenzia. Qui le slides sugli argomenti principali:

Infoday - Bando OSC 2017
Procedure Bando OSC 2017

Qui il video dell'incontro.

Sulla base di quanto emerso l’Agenzia sta aggiornando i documenti in  vista della presentazione al Comitato Congiunto per l’approvazione.

AICS magazine

  migrazioni sostenibili

Trasformare una sfida in un'opportunità. Ma come? Lo studio pubblicato da ICID-Tor Vergata, in collaborazione con l'Agenzia, esamina il fenomeno migratorio nella sua complessità, alla ricerca di risposte possibili e attuali.

  n. 3/17  intervista

Asad Ramlawi, viceministro Salute, ANP

“La quantità di sale utilizzata per la produzione del pane è un’emergenza tutta palestinese. La nostra gente consuma tra i sette e gli otto grammi di sale al giorno, mentre l’Oms consiglia di tenersi sempre sotto i cinque grammi. In base ai valori di riferimento che abbiamo adottato, nessun forno in Palestina può utilizzare più di 1,3 grammi di sale per 100 grammi di farina. In questo modo, puntiamo a ridurre di oltre il 50 per cento il consumo giornaliero di sale da parte dei palestinesi. Di conseguenza, riusciremo a fare un importante passo in avanti per la prevenzione del cancro e delle malattie cardiovascolari."


• Ministero degli Affari Esteri
e della Cooperazione Internazionale

00_farnesina_360

 

• Cooperazione Italiana - DGCS

ITACOOP_360x70

.
• Aiuto Pubblico allo Sviluppo

00_openaid_360

• Amministrazione Trasparente

amm_360x70

  sedi

Oltre alla sede di Roma, l'Agenzia può contare sulla sede decentrata di Firenze e su una rete di 20 sedi estere per la gestione delle proprie iniziative nei Paesi partner.