Frigenti: “Aics promuove sviluppo modello d’impresa dinamico”

L’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) promuove lo sviluppo di un modello d’impresa dinamico, rispettoso dei diritti umani e dei lavoratori. Lo ha detto il direttore dell’Aics, Laura Frigenti, intervenendo nel corso della conferenza “Human-centred business model: a holistic approach to a new model of doing business”, in corso oggi presso la sede Unidroit a Roma. Il settore privato, ha dichiarato Frigenti, “entra di diritto nella cooperazione italiana solo con la legge 125”. Un elemento di novità “che ci posiziona su terreno vergine, sul quale dobbiamo muoverci senza una tradizione preesistente, come avviene in altri paesi”. La nostra agenzia, ha proseguito il direttore, “vuole contribuire allo sviluppo di nuovo modello di impresa, per fare in modo che il settore privato colga le sfide dell’Agenda 2030, a partire dalla lotta alla povertà”. Per questo motivo, insieme ad altri partner, “abbiamo iniziato a organizzare incontri di sensibilizzazione sul ruolo del settore privato nella realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile”. Un’attività di supporto che “si concretizzerà con un bando a favore di idee innovative per lo sviluppo, del valore di 5 milioni di euro”. Una chiamata a raccolta delle idee del settore privato ispirate a questi principi, ha affermato Frigenti, definendo l’iniziativa un grande passo nell’ambito della cooperazione italiana.

Posted in .