Privato profit e cooperazione internazionale, lo stato dell’arte

Stato dell’arte del coinvolgimento del Privato Profit Italiano nella Cooperazione Internazionale secondo il modello del Business Inclusivo: dati, strumenti e processi di azione. E' il titolo dello studio appena pubblicato da De-Lab sul coinvolgimento del settore profit italiano nella cooperazione internazionale allo sviluppo, su incarico dell’Agenzia Italiana della Cooperazione allo Sviluppo.

La ricerca, iniziata nel novembre 2016, ha avuto come obiettivo quello di condurre una mappatura di imprese private, enti di rappresentanza imprenditoriale e fondazioni d’impresa che siano attivi - o potenzialmente attivabili - sul tema "Profit 4 development" al fine di permettere all’Agenzia di affinare i propri strumenti in vista delle procedure di evidenza pubblica dedicate al mondo profit, come come previsto dalla Legge 125/2014. Tra queste è atteso un bando per la promozione di idee innovative per lo sviluppo.

Dall'analisi è emerso come le aspettative delle aziende nei confronti dello sviluppo e l'attivazione di modelli di business inclusivo all’interno dei processi della cooperazione internazionale suggeriscano in primis la definizione di un partenariato innovativo che coinvolga attori appartenenti a un ecosistema pubblico-privato che possa convergere attorno a un obiettivo comune di sviluppo.

Rapporto De-LAB

 

 

Posted in ITA and tagged .